Vai al contenuto
Portale del RisparmioNewsVincere alle scommesse sportive è possibile?

Vincere alle scommesse sportive è possibile?

Come vincere alle scommesse sportive? Di certo non c’è una risposta esatta, altrimenti ce ne staremmo tutti beatamente su un’isola alle Maldive a sorseggiare un buon cocktail. Non esiste una formula vincente, ma si possono adottare alcuni accorgimenti e seguire trucchi e consigli per innalzare la propria percentuale di vittoria. La prima cosa da fare è concentrarti sul tuo sport preferito, dove hai una maggiore conoscenza e puoi incrociare dati e statistiche per pronosticare il risultato più probabile. A tal proposito ti suggerisco di tenere sotto controllo le cosiddette “macchie”, cioè quei risultati ritenuti piuttosto difficili e per questo motivo maggiormente quotati. Se una piccola squadra in forma affronta una big in crisi, che magari ha l’infermeria piena, potrebbe essere l’occasione giusta per giocarsi una “macchia”.

In genere gli scommettitori incalliti giocano i cosiddetti “sistemoni”, che scommettono su oltre 10 partite disputate nei paesi più disparati dei cinque continenti. In realtà si possono vincere quote sostanziose anche scommettendo su poche squadre. Anzi, l’ideale è giocare massimo 4-5 partite, puntando su alcuni risultati considerati scontati ed aggiungendo qualche buona intuizione. Giocando meno squadre riduci la possibilità di errore, e di conseguenza la percentuale di vittoria tende a salire. Le scommesse non saranno una scienza esatta, ma sicuramente si basano molto sulla matematica e sulle percentuali.

Una scelta particolarmente consigliata è quella di tenere una sorta di contabilità del proprio budget su un foglio Excel, dove segnarsi giocate, vincite, perdite, entrate, uscite, ecc. Monitorando il tuo andamento potrai amministrare meglio anche il tuo budget. Se sei in attivo e hai vinto molti soldi rispetto alla quota iniziale, puoi azzardare qualche scommessa un po’ più ardita, e la perdita sarà limitata poiché i soldi vinti rappresentano un surplus. Se invece sei in passivo, è opportuno virare su scommesse più scontate investendo somme più basse. Le cifre vinte saranno più modeste, ma almeno ti permetteranno di ritornare alla cifra che hai investito all’inizio. Avere più soldi nel tuo portafoglio di gioco ti permette di giocare di più, e di conseguenza con maggiori percentuali di vittorie.

Per un giocatore le componenti fondamentali sono tre: la fortuna, la percentuale e l’intuito. La fortuna non è controllabile, la percentuale va studiata, ma l’intuito è una peculiarità tipica ed estremamente personale del giocatore. Se un giorno ti senti particolarmente ispirato, puoi provare ad azzardare spendendo qualcosa in più. Viceversa se non c’è nessun match che ti piace, puoi anche optare per il “no bet”, in fondo in alcuni casi anche non scommettere potrebbe rivelarsi una scelta vincente.

Prima di scommettere ti consiglio di perdere una mezz’oretta analizzando il palinsesto e le statistiche. Evita i campionati poco conosciuti, dove i risultati a sorpresa sono più probabili, ed opta per i campionati dove le big hanno una maggiore regolarità. Inoltre fai attenzione anche alle statistiche, che possono rivelarsi molto importanti. Se ad esempio giocano due squadre con attacchi molto prolifici, è opportuno scommettere sul gol di entrambe. Naturalmente se si incontrano due squadre che vantano le migliori difese del campionato, la cosa migliore è scommettere su un Under. Ad ogni modo ricordati sempre che le scommesse sportive devono essere intese come un gioco, prendile come tale e non esagerare mai giocando con moderazione.

Come hai visto vincere alle scommesse sportive non è impossibile, ma molto difficile.