videolottery, giochi, slot machines

Videolottery: cosa sono e come funzionano



Le videolottery stanno riscuotendo sempre più consensi tra i giocatori che decidono di tentare la fortuna, sperando in qualche vincita milionaria che consenta di “svoltare”. Ma cosa sono esattamente le videolottery? Si tratta sostanzialmente di apparecchi da intrattenimento, molto simili alle slot machines: non è certo un caso se nei bar e nei vari esercizi commerciali le possiamo trovare quasi sempre accanto alle slot, tanto che in buona parte dei casi i giocatori preferiscono cimentarsi nelle videolottery. 

Come funzionano le videolottery

Le videolottery gratis e non, per essere considerate legali, devono avere la certificazione AAMS, ovvero la licenza rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e i Monopoli. Ma quali sono le differenze tra le videolottery e le slot machines, e perché le persone tendono a preferire le prime?

Molto spesso, i meno avvezzi a queste modalità di gioco considerano videolottery e slot quasi come se fossero la stessa cosa. Un’idea abbastanza errata, dato che le VLT sono dei terminali centralizzati con schermo touchscreen, caratterizzati da una struttura che marca una netta differenza con le slot. 

Anzitutto partiamo proprio dal terminale, detto anche totem, che è il cabinato di gioco che comprende lo schermo. Questa è l’unica parte della struttura che è praticamente identica a quella che troviamo anche sulle slot machines.

Andando avanti, ecco la prima differenza: il multigioco, che fa sì che la videolottery consenta all’utente di potersi “sbizzarrire” in una serie di giochi da casino, tra cui anche le stesse slot. Tra i vari giochi ricordiamo ad esempio il poker, ma anche il BlackJack o la Roulette, che sono sempre molto amati dai giocatori. 



Le videolottery sono apparecchi centralizzati. Cosa significa? Per farla breve, queste strutture funzionano tramite una connessione ad internet, che consente un collegamento con un server centrale dove si trovano tutti i giochi disponibili.

Chiaramente è una modalità differente rispetto alle slot machines, che invece prevedono una scheda hardware interna. I giocatori preferiscono le videolottery anche per questo motivo, in quanto la centralità facilita aspetti come la sicurezza e gli aggiornamenti frequenti dei vari giochi. 

A quanto può arrivare la vincita? 

Infine, le videolottery possono essere considerati apparecchi moderni e all’avanguardia anche perché consentono all’utente di giocare tramite la modalità touchscreen, ovvero utilizzando il solo tocco della mano sullo schermo.

Altra peculiarità importanti delle videolottery è che permettono di giocare non soltanto con le monete, ma anche con banconote, smart card, prepagate.

Quanto si può puntare su una videolottery? In genere la puntata minima è di 50 centesimi, mentre quella massima è di 10 euro. La vincita può raggiungere i 5.000 euro, ma dato che si tratta di apparecchi collegati a jackpot progressivi si può arrivare a vincere addirittura 500.000 euro: la percentuale di pagamento, vicina all’85%, è molto più alta rispetto a quella delle slot machines. 

In aggiunta, va chiarita la modalità di erogazione della vincita, un passaggio che per molti utenti che approcciano per la prima volta alle videolottery non è troppo chiaro. In realtà il funzionamento è molto semplice: in caso di vincita viene stampato un ticket che deve essere presentato alla cassa della sala da gioco per ottenere il denaro.