Tempo di Moto: quanto costa un cambio gomme?



Finalmente è arrivata la bella stagione, che quest’anno si è fatta attendere a lungo: è tempo per gli appassionati di due ruote di rimettere in strada la propria moto per le escursioni fuori porta nel weekend o, tra poco, per le gite al mare o le ferie estive. Ma cosa fare se le gomme sono arrivate alla fine del proprio ciclo di vita?

Come controllare le gomme

La questione dell’efficienza degli pneumatici della moto è assolutamente prioritaria, perché fa riferimento come è evidente alla sicurezza del pilota e dell’eventuale passeggero; i metodi per verificare la salute delle ruote sono molteplici, e vanno dal controllo della pressione alla valutazione dell’usura del battistrada, indicatori da tenere in altissima considerazione. Quando si supera la soglia minima di 1 millimetro (0,5 mm per i ciclomotori), la gomma non è più in regola con il codice della strada e si rischiano sanzioni pesanti.

Consigli per gli acquisti

Insomma, continuare a sfruttare le coperture usurate non è solo una scelta poco sicura, ma anche poco accorta dal punto di vista finanziario, perché espone a contravvenzioni e non solo. Inoltre, grazie alla diffusione del commercio digitale oggi è facile trovare e acquistare questi prodotti online, riuscendo a trovare prezzi che possono essere mediamente inferiori del 30 per cento rispetto a quelli proposti dai negozi tradizionali. Il caso più noto in Italia è quello di Euroimport Pneumatici, che si rivela il sito migliore dove comprare gomme moto online sia per risparmio che per qualità.



Trovare il risparmio online

Fondata nel 2009 e inizialmente attiva su eBay, l’azienda torinese si è rapidamente imposta nel panorama nazionale della vendita pneumatici, e oggi conta su un magazzino composto da oltre 25 mila modelli di gomme per auto e moto, altamente selezionate e delle migliori marche: limitandoci al solo segmento delle due ruote, il catalogo comprende decine di prodotti Metzeler, il brand più famoso e amato dai biker, e poi ancora Michelin, Continental, Pirelli, Bridgestone e Dunlop.

Chi più spende meno spende

Non si deve pensare che l’acquisto di un treno nuovo di gomme possa rappresentare una scelta antieconomica: abbiamo già detto che c’è da valutare il costo della sicurezza (propria e non solo), ma è importante sottolineare anche che le prestazioni degli pneumatici influiscono anche sull’assetto generale della moto e sulla sua guidabilità. Inoltre, il costo di una coppia di gomme nuove di buona qualità arriva in genere intorno a 200 euro, con le dovute differenze date dalle varie tipologie di moto esistenti sul mercato, come ricordano anche gli articoli del portale specializzato Infomotori, che presenta una sezione dedicata proprio alle moto con diversi consigli sulla sicurezza e sulla scelta dei prodotti migliori per la propria creatura.

I rimedi alle forature

In ultimo, bisogna ricordare che anche le riparazioni e i piccoli e costanti interventi necessari per “rimettere in sesto” un copertone già usurato hanno un costo. Una soluzione molto utilizzata per cercare di ovviare alle emergenze è ad esempio la bomboletta spray gonfia e ripara, che produce una schiuma speciale in grado di riparare una sola volta lo pneumatico forato (sia che abbia la camera d’aria o meno); il costo di questo prodotto è abbordabile, in genere inferiore ai 10 euro, ma l’efficacia è solo temporanea e non è adatto a lacerazioni o buchi sopra il diametro di 5 mm. Più caro, e più efficiente, è invece il kit per gomme tubeless, che costa poco meno di 50 euro ma consente di intervenire sul battistrada sia con la schiuma che con le stringhe di pasta vulcanizzante. In ogni caso, queste riparazioni non sono definitive ed è sempre consigliabile sostituire la gomma danneggiata al più presto, per evitare di esporsi a rischi durante la circolazione.