Home / News / Come Risparmiare Energia Elettrica

Come Risparmiare Energia Elettrica



Il consumo dell’energia elettrica domestica finisce per gravare sul costo totale della bolletta, molto spesso anche per utilizzi inutili ed eccessivi. In periodi difficili come quello attuale di crisi economica potrebbero rivelarsi utili alcuni accorgimenti e alcuni consigli pratici su come risparmiare energia elettrica e denaro, in un rispetto per l’ambiente maggiore.

 

CONSIGLI SU COME RISPARMIARE ENERGIA ELETTRICA IN CASA

RISPARMIARE SULLA LUCE: al posto delle comuni lampadine si potrà optare per delle lampadine a LED, molto meno costose con una durata e un’illuminazione maggiore e un effetto riposante per gli occhi.

ELETTRODOMESTICI: la classica luce che si continua a vedere sugli elettrodomestici come televisori, lettori dvd, computer, console, e molto altro, indicano tale posizione grazie all’utilizzo di luci a LED. Il classico pallino colorato indica anche l’attività dell’apparecchio messo in stand-by, ma non spento. Questo implica un consumo che continua ad incidere sulla bolletta. L’utilizzo di una ciabatta spenta quando non si utilizzano tali elettrodomestici potrebbe quindi incidere sul risparmio dei relativi costi.

CONSUMI DI FORNO E MICROONDE: per risparmiare sull’utilizzo del classico forno da cucina si potrà optare per il suo spegnimento poco prima della cottura degli alimenti, in modo tale da riuscire a mantenere ancora il calore necessario. Optare invece per l’utilizzo del forno a microonde al posto di quello elettrico può risultare più sbrigativo e meno dispendioso, quando necessario.



CONSUMI DEL FRIGORIFERO: questo elettrodomestico non può essere lasciato spento, ma sarà sufficiente ridurre i consumi aprendolo solamente in caso di reale bisogno. Soffermarsi sulle indecisioni di fronte al frigorifero aperto produce un consumo elettrico maggiore, dato dalle turbine in azionamento per mantenere la temperatura fresca all’interno.

COMUSUMI LAVATRICE: un buon metodo di risparmio è quello di utilizzare questo elettrodomestico soltanto a cestello pieno, evitando inutili sprechi di energia e sapone liquido per più lavaggi. Inoltre, azionando la lavatrice durante le ore serali si potrà usufruire di un tasso economico ridotto rispetto al suo utilizzo odierno. Le temperature ideali per risparmiare risultano invece essere fra i 30 e i 60 gradi.

RISPARMIARE SULLA BOLLETTA: tutti questi suggerimenti andranno ad incidere sull’importo delle relative bollette nel lungo termine, basti pensare che solamente l’impiego della ciabatta dove posizionare più prese comporta un risparmio annuo di 60 euro circa.

CONTROLLO DEL CONSUMO E MANUTENZIONE DEGLI ELETTRODOMESTICI: controllare periodicamente i consumi prodotti dagli elettrodomestici potrà rivelarsi utile in caso di malfunzionamenti e problemi tecnici. In questo caso un misuratore dei consumi potrà essere utilizzato come un comune adattatore dove inserire la spina dell’elettrodomestico che si intende monitorare. I classici misuratori di consumo presentano un costo non superiore alle 30 euro, permettendovi di registrare i dati.

DISPERSIONI ELETTRICHE: alcuni elettrodomestici guasti possono generare un consumo maggiore sul costo della bolletta, allo stesso modo di un elettrodomestico malfunzionante. Sarà quindi opportuno controllare periodicamente il corretto azionamento dei singoli elettrodomestici presenti in casa.

ELETTRODOMESTICI A BASSO CONSUMO: gli elettrodomestici di ultima generazione consentono di risparmiare sul costo elettrico nel lungo periodo, nonostante una spesa d’acquisto iniziale maggiore. Le diverse etichette dei prodotti riporteranno delle diciture da riconoscere a tal proposito.