Home / News / Come Risparmiare Acqua e diminuire le spese in bolletta

Come Risparmiare Acqua e diminuire le spese in bolletta



Come fare per risparmiare l’utilizzo e il consumo di acqua fra le proprie mura domestiche, in modo tale da ridurre il consumo anche sulla bolletta?

Gli sprechi si trovano sempre dietro l’angolo, persino quando ci illudiamo di aver fatto tutto il necessario per evitarli.

Seguendo alcuni semplici consigli, sotto riportati, risparmiare acqua diventerà un’operazione semplice e del tutto quotidiana, attraverso alcuni pratici trucchetti.

 

CONSIGLI SU COME RISPARMIARE ACQUA

L’acqua rappresenta uno dei beni al quale non possiamo rinunciare e che trova diversi impieghi indispensabili all’interno delle case di ognuno di noi. Tuttavia la sua fonte non è inesauribile e uno dei consigli migliori per preservare tale disponibilità, riducendo l’apporto di denaro sulle bollette, è quello di risparmiarne i consumi dove possibile.

Seguire alcuni semplici accorgimenti come quelli proposti di seguito potrà rivelarsi davvero utile.

 



  • Riduttore di flusso applicato ai rubinetti: questa tecnica consente di risparmiare fino al 30% di acqua che comunemente viene invece sprecata e dispersa.
  • Tempistiche di apertura dei rubinetti: capita spesso che si utilizzi un rubinetto aperto più del necessario, lasciando scorrere l’acqua anche quando non la stiamo realmente utilizando. Limitare i consumi aprendo il rubinetto solamente quando necessario permette di risparmiare acqua e denaro.
  • Doccia al posto della vasca: dove presente è preferibile scegliere la doccia per lavarsi completamente, rispetto alla comune vasca che richiede un dispendio di acqua maggiore per riempirla. Le statistiche evidenziano un consumo superiore di ben quattro volte scegliendo la vasca da bagno al posto della doccia.
  • Servirsi di elettrodomestici classe A+: questa tipologia di prodotti è stata concepita appositamente per il risparmio di acqua, a differenza dei comuni elettrodomestici. Il prezzo di acquisto risulterà sicuramente più alto, ma la spesa potrà essere ammortizzata sul costo successivo delle bollette.
  • Ferro a vapore: per stirare è preferibile optare per un ferro a vapore che disponga di una riserva d’acqua, rinunciando ai vari additivi comunemente impiegati, riducendo l’inquinamento normalmente prodotto.
  • Lavatrice e lavastoviglie carico pieno: utilizzare questi elettrodomestici solamente a carico pieno permette di risparmiare i consumi di acqua e corrente, nonché la quantità del detersivo impiegato in un unico lavaggio piuttostoche a diversi e frequenti azionamenti.
  • Bacinella per i piatti: servirsi di un recipiente per lavare piatti e alimenti consente di risparmiare sull’acqua corrente, da utilizzare solo per il risciacquo.
  • Reciclare acqua utilizzata: per inaffiare le piante e lavare gli alimenti può essere utilizzata un’acqua reciclata che non presenti aggiunte di detersivi o agenti inquinanti.
  • Sciacquone scarico bagno: è preferibile scegliere uno sciacquone con uno scarico differeniato a doppio pulsante per risparmiare acqua.
  • Innaffiare la sera: in seguito al tramonto l’acqua impiega più tempo per evaporare e saranno quindi ridotti anche i consumi eccessivi.
  • Controllare i rubinetti e il contatore: periodicamente è consigliato controllare tutti i rubinetti della casa, prestanto attenzione al contatore al fine di scongiurare possibili perdite di acqua o guasti nell’impianto che potrebbero incidere sul costo della bolletta.
  • Raccogliere l’acqua piovana: questa tecnica può essere utilizzata per innaffiare il giardino, lavare l’automobile, per tutte quelle operazioni dove non è necessaria la potabilità dell’acqua.