Rinegoziazione Mutuo e Surroga Mutuo

Rinegoziazione Mutuo e Surroga Mutuo



La rinegoziazione mutuo, come dice la parola stessa, serve a rivedere i termini contrattuali del mutuo, su richiesta esplicita del mutuatario alla propria banca.

Voglio precisare che la rinegoziazione mutuo si effettua solo con la propria banca a differenza della surroga e della sostituzione mutuo.

 

Perché richiedere la rinegoziazione mutuo?

La rinegoziazione mutuo può essere richiesta per svariati motivi, per esempio, perché i tassi di interesse adesso sono più convenienti rispetto all’accensione, o perché il mutuatario adesso ha problemi con il pagamento delle rate e quindi prima che non possa più onorare il pagamento delle rate chiede alla banca la rinegoziazione dei termini contrattuali, affinché, ottenga un tasso di interesse più contenuto.

Dall’altra parte l’istituto di credito deve necessariamente dare ascolto alle esigenze del mutuatario, poiché con la concorrenza spietata che oggi c’è nel settore dei mutui, la banca non può certo permettersi di perdere un cliente e regalarlo alla concorrenza (facendo la surroga del mutuo), quindi sicuramente si troverà un accordo che accontenti le due parti.

 

Cosa si può variare

Con la rinegoziazione mutuo il mutuatario può chiedere alla banca la variazione del piano di ammortamento (può essere allungato o accorciato), la tipologia di mutuo (da variabile a fisso o viceversa), lo Spread bancario (guadagno della banca), ma non può essere variato l’importo in essere, né tanto meno l’intestatario.

 

Costi

Di norma la rinegoziazione mutuo non ha nessun costo per il cliente, poiché non ci sono commissioni da pagare, non ci sono penali e non è richiesta la presenza del notaio poiché si può fare con una scrittura privata.

Se dovesse succedere che la vostra banca vi neghi la rinegoziazione mutuo non disperate, cercate un altro istituto di credito che vi possa offrire condizioni contrattuali migliori e fare la surroga mutuo, tanto è gratis.



 

Surroga Mutuo

La surroga del mutuo è possibile effettuarla grazie alla Legge Bersani del 2007 che ha rivoluzionato il mercato dei mutui, in quanto oggi, se un mutuatario trova una banca che gli offre condizioni migliori, senza dover chiedere nessuna autorizzazione, effettuata la surroga del mutuo a costi zero in un’altra banca.

 

Come Funziona

La surroga o portabilità del mutuo è quella procedura che consente al mutuatario di trasferire il proprio mutuo presso un’altra banca che gli offre condizioni contrattuali migliori, tutto questo viene fatto senza alcun costo da parte del cliente, poiché la Legge stabilisce che è gratis e se ci fossero dei costi saranno  a carico della banca che effettua la surroga mutuo.

Con la surroga mutuo praticamente viene estinto il vecchio mutuo e l’ipoteca che grava su di esso è trasferita al nuovo mutuo  a condizioni migliori per il cliente.

 

Vantaggi

Qui di seguito vi elencheremo tutti i vantaggi che offre la surroga mutuo:
Innanzitutto è a costo zero per il mutuatario, perciò se quest’ultimo trova una banca che gli offre condizioni migliori lo potrà trasferire senza chiedere autorizzazione alla vecchia banca;

Ottenendo condizioni più vantaggiose si avrà un risparmio tangibile sul costo della rata mensile;

Con la surroga mutuo si potrà cambiare il tasso di interesse ( da variabile a fisso o viceversa), lo Spread bancario, la durata del piano di ammortamento e la banca;

 

Come si Richiede

Fare la surroga mutuo è molto semplice, il mutuatario presenta domanda scritta alla nuova banca, quest’ultima manda comunicazione alla vecchia banca dell’operazione di surroga, chiedendo il capitale residuo di mutuo, che dovrà essere comunicato entro 10 giorni lavorativi.

Quindi, la nuova banca procederà con l’operazione di surroga in atto unico, potrà essere effettuata anche in forma di scrittura privata anche se il notaio dovrà intervenire per redigere l’atto pubblico.

Detto ciò, Vi garantisco che se trovate un istituto di credito che vi offre condizioni economiche migliorative, fare la surroga mutuo è molto conveniente, soprattutto per quelle persone che hanno accesso un mutuo quando i tassi di interesse erano particolarmente svantaggiosi.