Vai al contenuto
Portale del RisparmioPrestitiPrestiti postali, come funzionano?

Prestiti postali, come funzionano?

    prestiti postali

    Poste Italiane offre diverse tipologie di prestiti BancoPosta che consentono ai clienti di adattare la richiesta in maniera individuale in modo da scegliere il prodotto più idoneo alle esigenze e alle necessità richieste.
    Si tratta di prestiti personali in cui si può scegliere l’importo e la durata del piano.

    Quanti tipi di prestito BancoPosta?

    • Prestito BancoPosta classico
    • Prestito BancoPosta flessibile
    • Prestito BancoPosta consolidamento
    • Prestito BancoPosta ristrutturazione casa
    • Prestito BancoPosta acquisto casa
    • Mini prestito BancoPosta
    • Prestito BancoPosta online
    • Fido BancoPosta

    Il prestito BancoPosta classico consente di accedere ad un prestito da 3.000 a 30.000 euro rimborsabili in un tempo che va da 24 a 84 mesi.
    Può accedere a questo prestito personale chi risiede in Italia ed ha un reddito da lavoratore o pensionato prodotto in Italia.
    Basta recarsi in ufficio postale con un documento di riconoscimento valido, tessera sanitaria e busta paga.

    Il prestito BancoPosta flessibile è pensato per realizzare diversi progetti, permette di accedere ad una liquidità che va da un minimo di 3.000 fino a 30.000 euro, rimborsabili in rate da 36 a 108 mesi.
    La differenza col precedente è che in questo tipo di prestito si può scegliere se spostare la rata o modificarne l’importo in base alle esigenze.
    Basta recarsi in un ufficio postale e chiedere informazioni al personale per trovare la soluzione più adatta.

    Il prestito BancoPosta Consolidamento consente di consolidare i diversi prestiti e pagare tutte le scadenze con un’unica rata.
    Bisogna essere titolari di conto corrente BancoPosta o di un libretto di risparmio nominativo e consente di accedere ad un prestito da 3.000 fino a 50.000 euro.

    Il prestito BancoPosta ristrutturazione casa si può richiedere per ristrutturare o rinnovare casa accedendo dd un prestito a partire da 10.000 euro fino a 60.000 euro rimborsabili a partire da 36 fino a 120 rate mensili.
    Con Conto Corrente BancoPosta o con libretto postale nominativo si può accedere a questo prestito, oltre che per ristrutturazione, anche per finanziare l’acquisto di mobili o elettrodomestici e per l’installazione di pannelli solari e fotovoltaici; inoltre queste spese sono detraibili ai fini fiscali.

    Il prestito BancoPosta acquisto casa aiuta nella realizzazione del progetto più grande: l’acquisto di una nuova casa.
    Chi è titolare di Conto Corrente Banco Posta o libretto nominativo può accedere ad un prestito da 10.000 euro fino a 60.000 euro rimborsabili in rate fisse da 36 a 120 mesi.

    Il Mini Prestito BancoPosta è un piccolo presto per i possessori di PostePay Evolution, si può richiedere una cifra da 1.000 a 3.000 euro rimborsabili in 22 rate mensili per realizzare ad esempio un viaggio, o un acquisto importante.
    Nel momento in cui il prestito viene approvato, la liquidità è disponibile direttamente sulla carta PostePay.

    Il prestito BancoPosta Online è quello che si può richiedere direttamente da casa, è riservato ai correntisti BancoPosta con internet Banking, che possono richiedere una somma da 3.000 a 30.000 euro rimborsabili in rate da 24 a 108 mesi.
    Si può richiedere comodamente dal PC di casa con firma digitale, inoltre si può modificare o spostare l’importo della rata in base alle proprie esigenze.

    Infine il Fido BancoPosta consente di avere una riserva di liquidità per gestire meglio il bilancio famigliare, i titolari di conto corrente BancoPosta possono scegliere una fascia tra 1.500, 3.000 e 5.000 euro.
    Grazie a questa riserva di liquidità si può prelevare oltre il saldo disponibile.

    I prestiti BancoPosta sono molto vantaggiosi, prima di tutto perché si può utilizzare il proprio conto BancoPosta per accredito e rimborso, i tassi sono fissi e inoltre c’è la possibilità di rimodulare le rate, sia l’importo che la durata anche mentre il finanziamento è in essere; generalmente non ci sono costi come istruttoria e commissione di incasso rata, inoltre anche il TAN e il TAEG sono molto convenienti.