Vai al contenuto
Portale del RisparmioNewsQuali sono i migliori oli essenziali contro i cattivi odori?

Quali sono i migliori oli essenziali contro i cattivi odori?

oli antiodore

La maggior parte delle persone tende a ricorrere a deodoranti, spray o usare candele aromatiche per minimizzare i cattivi odori presenti negli ambienti domestici e commerciali. Questi rimedi tuttavia non sono salutari; infatti, possono contenere molte tossine tra cui formaldeide, benzeni e altre sostanze chimiche. Invece di correre questi rischi, si può optare per alcuni oli essenziali dall’odore dolce ed ideali proprio per combattere i cattivi odori, gli allergeni e i pollini, senza contare che sono in grado di regalare fragranze rinfrescanti e gradevolissime. A tale proposito, ecco una lista dei migliori oli essenziali che risultano ideali per contrastare i cattivi odori ambientali o di animali domestici presenti in contesti civili o commerciali.

 

Limone e tè verde

 

Il profumo dell’olio essenziale di limone è pulito e rinfrescante e per questo motivo viene spesso aggiunto ad altri con lo scopo di massimizzarne gli effetti. L’olio di limone in un ambiente chiuso è in grado quindi di fornire un aroma piacevole in ogni stanza della casa o dell’ufficio, senza contare che vanta anche notevoli proprietà antivirali e antibatteriche. L’albero del tè invece è una pianta che permette di estrarre dalle sue foglie l’omonimo olio essenziale che ha un odore di menta e si rivela anche un buon tonificante, nonché prezioso per purificare l’aria eliminando gran parte dei batteri nocivi che si accumulano in un ambiente.

 

Lavanda e eucalipto

 

Il profumo floreale ed erbaceo della lavanda è noto in aromaterapia per le sue proprietà calmanti e lenitive. L’olio essenziale è quindi un estratto su cui contare se si intende ridurre notevolmente il cattivo odore in casa o in ufficio, e con la certezza che l’aria in essi presente viene purificata e sanificata. L’olio di lavanda è infatti uno dei più potenti antibatterici presenti in natura. Il profumo stimolante e rinfrescante dell’eucalipto è un altro valido motivo per purificare l’aria in un contesto domestico o commerciale. L’olio estratto dall’omonima pianta infatti vanta eccellenti proprietà antibatteriche e antimicotiche, ed è particolarmente indicato per sanificare e rinfrescare il bagno, la doccia e la cucina.

 

Menta piperita e cannella

 

Il profumo fresco e croccante dell’olio essenziale di menta piperita oltre a stimolare i sensi se utilizzato in una vasca da bagno come sostanza per l’aromaterapia, si rivela prezioso anche per eliminare i cattivi odori in altri ambienti della casa. Lo stesso dicasi per l’olio essenziale di cannella peraltro simile come odore a quello dei chiodi di garofano. L’estratto infatti emana un profumo fresco e soprattutto vanta notevoli proprietà antisettiche e antibatteriche. Le due sostanze descritte proprio per le loro benefiche proprietà, si prestano quindi per minimizzare i cattivi odori in svariati ambienti domestici come ad esempio la camera da letto o il soggiorno oltre naturalmente a bagno e cucina, senza contare che agiscono efficacemente anche quando in casa c’è una lettiera per gatti.

 

Spezie autunnali

 

Tra gli oli essenziali che si rivelano ideali per ridurre o minimizzare efficacemente i cattivi odori presenti in ambienti civili e industriali, vale la pena citare anche quello che si ricava dalle spezie autunnali. Un mix a base di olio essenziale di foglie di cannella, di vaniglia e di arancia dolce (due gocce per ognuno) rappresenta la soluzione ideale per contrastare i cattivi odori specie se in casa ci sono animali. A margine vale la pena aggiungere che qualsiasi tipo di olio essenziale, essendo aromatico, si rivela prezioso anche per sanificare e profumare i tappeti sia quelli decorativi che per lo yoga. Per fare un esempio, basta mescolare bene quello di lavanda con l’arancia dolce e con l’olio di melaleuca (5 gocce per ognuno), ed ottenere un mix sanificante e profumato molto efficace da utilizzare sui tappeti con un piccolo spruzzino.