Mutuo: Requisiti e Documenti Necessari



Requisiti per accedere al mutuo

La Legge Italiana prevede che per essere ammessi ad ottenere un mutuo è necessario possedere alcuni requisiti previsti dalla Legge Italiana.

  • Età del richiedente
    Possono accendere un mutuo solo i soggetti in possesso di maggiore età. A seconda dei singoli istituti finanziari possono essere previsti anche dei limiti massimi di età per richiedere un mutuo (es. limite di 75 anni di età allo scadere del contratto di mutuo).
  • Cittadinanza e residenza del richiedente
    Il richiedente il mutuo deve appartenere ad una delle seguenti categorie: cittadino italiano con residenza in Italia, cittadino di uno stato membro della CEE, cittadino straniero (non CEE) con residenza in Italia. Oltre ai parametri menzionati, obbligatori per legge, prima di concedere il mutuo la banca potrà prestare attenzione ad altri requisiti fondamentali relativi all’aspirante mutuatario, quali ad esempio la veridicità e la consistenza patrimoniale e finanziaria dell’aspirante mutuatario e la sua affidabilità creditizia.

I documenti del mutuo

In base a quanto previsto dalla normativa italiana, per richiedere un mutuo è necessario presentare all’istituto di credito una serie di documenti, relativi soprattutto alla situazione anagrafica e patrimoniale dell’aspirante mutuatario. I documenti per il mutuo assolvono ad una funzione principale, che è quella di permettere all’istituto di credito, durante la fase istruttoria, di valutare se esistono le condizioni per la concessione del mutuo (grazie anche al supporto di tecniche e strumenti di Credit Scoring).



Sulla base della tipologia dei documenti per il mutuo, possiamo distinguere tra documentazione anagrafica, documentazione relativa alla condizione lavorativa/reddituale e documentazione immobiliare.

Tra i documenti anagrafici, da esibire all’istituto di credito figurano:

  • Copia della carta d’identità e del codice fiscale
  • Certificato di residenza
  • Certificato dello stato di famiglia
  • Estratto dell’Atto di Matrimonio

Nell’ambito dei documenti che attestano la condizione lavorativa e reddituale, si renderà necessario presentare all’istituto di credito:

  • Copia della propria dichiarazione fiscale (modello CUD, UNICO, 730)
  • Per i lavoratori dipendenti: copia delle ultime buste paga, eventuale dichiarazione del datore di lavoro circa il tipo di assunzione (tempo indeterminato)
  • Per i lavoratori autonomi e i liberi professionisti: copia delle ultime dichiarazioni dei redditi, certificato di iscrizione alla camera di commercio (lavoratori autonomi), certificato di iscrizione all’albo professionale (liberi professionisti)

Con riferimento alla documentazione immobiliare, l’istituto di credito potrà richiedere all’aspirante mutuatario di mostrare:

  • Atto di provenienza dell’immobile
  • Planimetria catastale dell’unità immobiliare
  • Copia del compromesso (o proposta di vendita)
  • Copia del certificato di abitabilità
  • Eventuale denuncia di successione

Si tenga conto che, benchè i documenti elencati rappresentino quelli tipicamente necessari per avviare la fase istruttoria del mutuo, esiste la possibilità che l’istituto di credito richieda della documentazione aggiuntiva. A titolo esemplificativo, i cittadini extracomunitari dovranno presentare assieme ai documenti copia del permesso di soggiorno, ai soggetti separati/divorziati potrà essere richiesto di presentare la sentenza di separazione o divorzio, e così via. A questo proposito, è sempre buona norma contattare l’istituto di credito di riferimento per informarsi sulla specifica documentazione da esibire a seconda delle propria, specifica situazione.