Mutuo Immobiliare e Mutuo Ipotecario

Mutuo Immobiliare e Mutuo Ipotecario



Il Mutuo Immobiliare

Il termine mutuo è tradizionalmente associato all’idea di “finanziamento destinato all’acquisto della casa”. In realtà, stando alla definizione di mutuo del codice civile (art. 1813), il mutuo è da intendersi come “un contratto col quale una parte consegna all’altra una determinata quantità di denaro o di altre cose fungibili, e l’altra si obbliga a restituire altrettante cose della stessa specie e qualità”.

Il mutuo è insomma un contrattor reale attraverso il quale una parte (che viene definita “mutuatario”) riceve da un’altra parte (“mutuante”) una somma di denaro o una quantità di beni fungibili e si obbliga a restituire la suddetta somma nel corso del tempo con altrettante cose della stessa specie/qualità. Essendo il mutuo un contratto a titolo oneroso, il mutuatario (salvo diversa volontà delle parti) deve corrispondere al mutuante gli interessi, la cui misura è stabilita da entrambe le parti coinvolte dal contratto.

Tra le tipologie di mutuo in assoluto più note e diffuse, il mutuo immobiliare svolge senza dubbio un ruolo di primo piano. Il mutuo immobiliare è un prestito che un istituto finanziario (come una banca o un istituto di credito) concede per permettere ad un soggetto di acquistare, ristrutturare o costruire un bene immobile. Nel corso della trattazione si farà esplicito riferimento a questa tipologia di mutuo.



Il Mutuo Ipotecario

Quando si parla di “mutui” si fa comunemente riferimento ai classici mutui ipotecari.

Il mutuo ipotecario è un finanziamento garantito da un’ipoteca su un immobile (che spesso coincide con l’immobile che si intende acquistare ricorrendo al mutuo). Per erogare il mutuo la banca o l’istituto di credito ha infatti bisogno di adeguate garanzie e l’ipoteca rappresenta quella più frequentemente invocata. La banca richiede così che venga iscritta un’ipoteca su un immobile, pretendendo nella maggior parte dei casi che l’iscrizione ipotecaria sia di primo grado (condizione soddisfatta quando sul bene immobile non gravano altre ipoteche preesistenti). L’ipoteca è una valida garanzia per l’istituto di credito perchè, nel caso in cui il mutuatario non riesca a restituire il finanziamento, assegna ad esso il diritto di espropriare l’immobile, venderlo e soddisfare il proprio credito residuo con il ricavato.

I mutui ipotecari sono atti pubblici e devono pertanto essere stipulati alla presenza di un notaio. Compito del notaio è quello di occuparsi della redazione del contratto e della sua registrazione presso i pubblici registri, oltre naturalmente all’iscrizione dell’ipoteca.

Il mutuo ipotecario può avere diverse finalità, a seconda della destinazione d’uso del finanziamento. Distinguiamo, a questo proposito, i mutui per l’acquisto di un immobile, per la costruzione di un immobile e per la ristrutturazione di un immobile ed i mutui per liquidità.