Mutui green

Mutui “green”, la convenienza di una scelta ecologica



Mutui green

Vivere in un’abitazione a basso impatto ambientale, ad alta efficienza energetica e costruita con materiali ecocompatibili, oltre a essere un’importante scelta ecologica rappresenta un’occasione di risparmio, sia a lungo termine (sulle future bollette) sia nell’immediato.

Sono sempre più numerosi infatti gli istituti di credito che, incentivati dai benefici fiscali promossi a livello governativo, offrono mutui agevolati per chi decide di acquistare, costruire o ristrutturare degli edifici nell’ottica di una riqualificazione ecosostenibile; si tratta di scegliere abitazioni di classe energetica A o superiore, di costruire o ristrutturare case dotandole di impianti termici ed elettrici estremamente efficienti, e non ultimo di installare strutture che sfruttino le energie rinnovabili. In caso di nuove costruzioni, ciò può dare diritto a mutui a tassi agevolati senza limitazioni.



Tra le proposte delle banche impegnate in questo senso, troviamo il “Prestito Ecologico” di Banca Intesa Sanpaolo, destinato a incentivare l’installazione di impianti fotovoltaici che rendano energeticamente autonoma l’abitazione, o il “Mutuo Energia” di Banca Credem, che arriva a coprire fino al 100% delle spese di chi acquista e installa pannelli solari, mentre BNL ha l’offerta “Energia XL” che copre prestiti personali da 10.000 a 100.000 euro. “Valore Italia” di Unicredit ed “Energia Pulita” del gruppo Banca Sella sono ulteriori esempi di questa tendenza, alla quale partecipano anche banche locali di minori dimensioni. Conviene sempre dunque informarsi sulle possibilità aperte presso la propria filiale. Per le ristrutturazioni si segnala il “Mutuo Chirografario Ristrutturazione Efficiente” di Banca Etica, che vede il 50% del prestito casa destinato al potenziamento dell’efficienza energetica della struttura.

Daniela Dall’Alba