Musica per la mente

Musica per la mente



Ognuno di noi ha una playlist di musica rilassante, che calma ansia, stress e stanchezza. Melodie che ci riportano a un meraviglioso equilibrio interiore, che genera una sensazione di benessere. Esiste una nota teoria, ancora non supportata dalla scienza, che parla degli effetti benefici sull’organismo della musica con 528 Hz. Viene definita ‘sequenza del solfeggio’, armonia in grado di far scaturire nel corpo e nella mente un cambiamento positivo.

Musica catartica

I benefici della musica sulla nostra mente sono eccezionali. Non solo si tratta di una fonte di benessere che riduce l’ansia e lo stress. Ma alcuni suoni particolari hanno il potere di migliorare la concentrazione. Rumori delicati come la pioggia che batte sulla finestra, un fiume che scorre placido, il cinguettio degli uccelli. Suoni della natura che hanno un effetto catartico sulla nostra mente: un ritorno alle origini che ci libera e ci fa raccogliere meglio.

Note contro il dolore

La musica agirebbe anche come ‘antidolorifico’. Soprattutto nei pazienti nella fase post operazione chirurgica, migliora il recupero fisico e riduce lo stress. Inoltre la sensazione di dolore va scemando, mentre viene attivata la produzione di endorfine e viene rafforzato il sistema immunitario.

Playlist per un buon riposo

Buone notizie anche per quelle persone che faticano a prendere sonno o che non riescono a dormire bene durante le ore notturne. Mettersi a letto, spegnere le luci e lasciarsi cullare dalle note di una melodia che ci riconcilia con noi stessi e ci riporta in equilibrio. Aiuta a staccare la spina dalle preoccupazioni quotidiane e a ridurre pensieri negativi che alimentano gli stati di ansia. La conseguenza diretta è un riposo notturno di qualità e davvero distensivo per il corpo e la mente.



Vitamina per i neuroni

Migliorare le funzioni cerebrali ascoltando musica è possibile. Al nostro cervello piace ascoltare suoni piacevoli, che funzionano come delle vitamine per i nostri neuroni. Ci fa immergere in una dimensione in cui la mente migliora le proprie capacità di ragionamento e potenzia le abilità spazio-temporali. Infatti affina anche la connessione fra i due emisferi del cervello, innescando uno scambio di informazioni più fluido fra i neuroni. Se i processi cognitivi vengono potenziati dall’effetto benefico della musica, la concentrazione aumenta sensibilmente. Le informazioni vengono recepite meglio, immagazzinando con più efficacia nuovi dati. Per cui diventa un buon aiuto nei momenti in cui è necessario acquisire tante informazioni, come nelle fasi intense di studio.

Sottofondo per i pasti

Ascoltare un brano che ci rilassa mentre stiamo mangiando, influisce in maniera positiva anche sull’alimentazione. Perché il modo di nutrirsi diventa più sano, equilibrato e cosciente. È uno di quei casi in cui la mente agisce in modo importante sul corpo, attivando un processo benefico su tutto l’organismo. Accompagnare un gesto quotidiano e banale con una melodia che rilassa la mente, aumenta la capacità di concentrarsi su ciò che si sta facendo. In questo modo si riduce il ritmo, mangiando con maggiore lentezza. Ci si sente sazi prima, dopo aver percepito a pieno ogni sapore e sensazione. Per cui è un’ottima abitudine dedicare del tempo a mangiare con calma, con un brano rilassante che accompagni i pasti.