Vai al contenuto
Portale del RisparmioTecnologiaMobile cucina: come progettarlo online su misura

Mobile cucina: come progettarlo online su misura

Mobile cucina

Al mondo d’oggi le tipologie dei mobili da cucina disponibili in commercio sono davvero innumerevoli, sia per la composizione dei materiali di cui sono formati, sia per le rifiniture e le colorazioni che ne consentono un adattamento in ogni tipo di ambiente, dal più classico al più moderno.

Ma, qualora sia necessaria la realizzazione di un mobile cucina su misura, non tutte le aziende produttrici sono in grado di soddisfare tale richiesta, pertanto, è possibile eseguire una ricerca online e procedere alla configurazione del mobile di cui si ha bisogno, direttamente sul sito web delle case produttrici.

Progettazione della cucina: qualche consiglio basilare

Progettare un’intera cucina può apparire semplice e divertente ma, una volta che ci si cimenta nel progetto, l’entusiasmo iniziale tende a svanire, poiché ci si rende conto passo dopo passo che per progettare un simile arredamento occorre essere in possesso di qualche informazione, vediamo quali.

Altezza e profondità delle basi

Le basi sono gli elementi verticali che vengono collocati sul pavimento e la loro altezza deve essere calcolata escludendo quella dei piedi su cui andranno riposte. Per avere un’idea di massima dell’altezza che si vuole ottenere, occorre considerare che i piedi possono essere forniti di tre misure: da 10, da 12 e da 15 centimetri; quindi, si deve calcolare l’altezza del mobile più quella del piedino, e valutare quale sarà la misura finale.

L’altezza delle basi varia da un minimo di 72 fino ad un massimo di 77 centimetri, mentre la profondità è sempre di 58 centimetri (anta compresa).

Le misure di un mobile normalmente si riferiscono all’ingombro esterno del mobile, quindi durante la progettazione bisogna tenere conto anche di questo dettaglio.

Altezza e profondità dei pensili

I pensili sono i mobili che vengono collocati sopra al top e proprio per questo motivo hanno una dimensione riotta rispetto alle basi, infatti la profondità può variare dai 25 fino ad un massimo di 35 centimetri.

Per quanto riguarda la loro larghezza solitamente la misura di questi viene rapportata alla base, quindi se sotto ad un pensile viene collocata una base larga 60 centimetri anche il pensile andrà calcolato della stessa larghezza, quindi da 60.

Contenuto delle basi e dei pensili

Sia le basi, sia i pensili possono essere attrezzati con diversi elementi, tra i quali i ripiani.

La profondità dei ripiani dipende principalmente dalla profondità del mobile all’interno del quale andranno collocati.

Solitamente il ripiano che si va a riporre all’interno deve avere una profondità, rispetto al mobile, inferiore di tre, cinque o otto centimetri, questo perché occorre considerare lo spessore dello schienale della base o del pensile e il tipo di anta che viene montata sullo stesso.

Ad esempio, per quanto riguarda i mobili con ante scorrevoli, il ripiano dovrà essere realizzato di una misura ridotta di almeno otto centimetri rispetto alla profondità del mobile stesso.

Cassettiere

Nella zona delle basi, rispetto ad un mobile con dei semplici cassetti, è possibile posizionare una cassettiera con quattro cassetti o con tre cassetti e un cassettone.

Solitamente la versione con cassettone viene scelta per riporre al suo interno dei tegami o pentole, infatti, la sua altezza di 36 centimetri può essere davvero utile, rispetto ai classici 18 centimetri utilizzati per collocare le stoviglie o qualche elemento di tovagliato.

In alternativa, se si ha uno spazio libero da 60 centimetri si potrebbe scegliere una base da 60 con due ante e cassetto, si otterrebbe quindi una composizione polifunzionale dotata di un cassetto largo 60 e alto 18 piuttosto comodo per riporre al suo interno tutte le stoviglie della cucina.

Di estrema importanza, quando si decide di acquistare una cassettiera, è il fattore relativo alle guide, infatti, occorre prestare molta attenzione e ricordarsi, in fase di progettazione, di inserire nell’ordine anche queste, e che siano dotate di ammortizzatori che consentono una chiusura soft dei cassetti.

Infine, è da tenere in considerazione che un buon mobile da cucina non dipende dalla marca ma dalla qualità dei materiali impiegati alla sua realizzazione.