Giochi per bambini: Flalati cosa sono e perché evitarli?

Giochi per bambini: Flalati cosa sono e perché evitarli?



Che cosa sono i ftalati

Con il termine ftalati si indica una famiglia di sostanze chimiche organiche che possono avere vari usi. Ad esempio, vengono impiegati per migliorare la resa e la consistenza di numerosi prodotti, solventi oppure agenti plastificanti. Si tratta di derivati del petrolio, sono inodori, si presentano sotto forma liquida e possono avere diverse tipologie. Proprio per la loro ampia versatilità, i ftalati sono i plastificanti più diffusi al mondo. Di conseguenza si trovano in tantissimi prodotti che vengono impiegati nella vita quotidiana, come:

  • i profumi, negli shampoo e nelle creme cosmetiche, di cui aumentano la durata;
  • il PVC, che rendono più morbido e flessibile;
  • nello smalto per unghie, per migliorarne le prestazioni e contrastarne il processo di disgregazione;
  • nei pesticidi;
  • nei contenitori;
  • negli adesivi;
  • nelle impugnature, per aumentarne la solidità;
  • nelle borse;
  • nei cavi;
  • nelle vernici;
  • nei materiali per l’imballaggio;
  • in alcuni alimenti, ad esempio gli oli da cucina, la carne grassa, la panna, il latte intero, la margarina e il pollame.

Il problema dei ftalati nei prodotti per bambini

Proprio per il fatto di essere soggetti maggiormente esposti e più fragili, i bambini devono essere esposti il meno possibile ai ftalati. Infatti, mentre gli adulti possono risentire dell’assunzione di dosi medio-alte di queste sostanze, i derivati del petrolio hanno un impatto molto più forte sui più piccoli. Di conseguenza i danni all’organismo, una volta che i ftalati sono entrati nel sangue, possono derivare anche da piccole quantità di queste sostanze. Ecco perché il problema della presenza di ftalati nei prodotti per bambini è un fattore da non sottovalutare quando si pensa alla salute e alla sicurezza dei propri figli. Alcuni studi hanno verificato che queste sostanze svolgono un ruolo di interferenti endocrini una volta che si sono depositati nell’organismo. Al tempo stesso possono portare a un maggiore rischio di sviluppare una forma di diabete di tipo 2. Proprio perché i bambini sono maggiormente esposti esiste la possibilità che possano mostrare disturbi comportamentali, come ansia e iper-reattività.



Come evitare i ftalati nei prodotti per bambini

Sono numerosi i prodotti per bambini che rischiano di contenere ftalati, ad esempio animaletti di plastica, bambole, giochi da spiaggia e gonfiabili, articoli di cancelleria, elementi in gomma, maschere di carnevale, giocattoli per il bagno, macchinine e capi di vestiario. Un fattore da considerare con attenzione riguarda la provenienza, perché sono considerati maggiormente a rischio gli oggetti la cui produzione avviene in Paesi in via di sviluppo oppure che non sono stati realizzati da un brand considerato sicuro e affidabile. Un altro aspetto da tenere a mente è che, negli Stati appartenenti all’Unione Europea, viene strettamente regolato l’impiego di ftalati nella produzione e nel commercio di articoli per bambini e giocattoli. Infatti la classificazione di queste sostanze come molto pericolose ha portato a emettere soglie di utilizzo molto stringenti. Nello specifico, nei prodotti per l’infanzia e nei giocattoli la concentrazione di ftalati non può mai essere superiore allo 0,1%. Ciò si spiega con il fatto che i bambini sono soggetti a un elevato rischio di esposizione succhiando, masticando, giocando o utilizzando in altro modo oggetti che contengono ftalati per un periodo di tempo prolungato. Di conseguenza è bene acquistare soltanto prodotti che abbiano la certificazione CE. Un’altra modalità che si può mettere in atto per proteggere la salute dei propri figli da questi derivati del petrolio consiste nel comprare giocattoli e articoli per bambini atossici. Un esempio è rappresentato da questo tappeto puzzle della Lilnap: https://www.lilnap.com/prodotti/tappeto-puzzle-atossico-bambini-alfabeto-numeri, che presenta una specifica denominazione in tal senso. Così si identificano rapidamente i prodotti privi di sostanze nocive di qualunque genere.