Vai al contenuto
Portale del RisparmioEconomiaGestire al meglio le finanze della propria impresa

Gestire al meglio le finanze della propria impresa

    gestione casse d'impresa

    Al giorno d’oggi è molto importante parlare della gestione finanziaria delle piccole e medie imprese (PMI). Pratica fondamentale che dà modo di guardare al futuro dell’attività aziendale con degli obiettivi chiari e che possano essere delineati in tempo utile.

     

    Operazioni importanti per la gestione finanziaria

     

    Occorre ricordare che ci sono diversi strumenti da sfruttare per una corretta gestione finanziaria delle PMI: si tratta di una serie di operazioni necessarie per garantire continuità economica ed operativa. Ci si trova in un contesto di economia particolarmente competitiva in ogni settore, per cui ogni giorno le PMI si trovano a dover affrontare nuove sfide. Non è un caso che queste siano le imprese che lamentano le maggiori difficoltà, ad esempio, per quel che concerne l’accesso al credito, ma non solo. Ecco perché diventa fondamentale conoscere attentamente quelli che sono gli strumenti che personale esperto può garantire. Giuseppe Di Domenico è un professionista serio e con elevate competenze in merito, capace di dare dritte utili per gestire finanziariamente un’impresa piccola o media.

     

    Perché è fondamentale parlarne?

     

    Un errore da non commettere è quello di pensare che la gestione finanziaria sia un qualcosa di fine a sé stesso. Infatti, per le PMI è necessario chiarire che si tratta di uno strumento imprescindibile che guarda, non soltanto all’attività recente, ma anche a quello che può essere il futuro prossimo. Gestire in maniera idonea un’impresa è qualcosa che garantisce solidità al business e la possibilità di incrementare gli introiti. Occorre dunque parlare di alcuni di quegli strumenti che possono diventare oggetto di una ben precisa strategia di gestione finanziaria.

     

    Prevedere le necessità finanziarie

     

    Grazie alla consulenza di personale esperto come Giuseppe Di Domenico, si ha modo di comprendere tutto quello che serve sulla previsione delle necessità finanziarie. Si tratta comunque di un passaggio di cruciale importanza, molto delicato e complesso. Vale la pena considerare che bisogna guardare alle difficoltà attuali, ma anche a quelle che potenzialmente potrebbero manifestarsi nel corso del tempo. Occorre perciò considerare tutte quelle variabili sia interne che esterne che possono incidere sui piani aziendali.

     

    Reperire le risorse necessarie

     

    Una volta fatta un’attenta analisi di quelle che sono le necessità, anche da un punto di vista strettamente economico, si passa allo step successivo: quello della ricerca delle risorse finanziarie. In tal caso, si parla di due strade che si possono seguire, ovvero investire capitale proprio, scelta preferibile, oppure puntare su finanziamenti esterni di terzi. Se le difficoltà economiche non permettono l’autofinanziamento, diventa necessario affidarsi a sponsor o comunque a una serie di investitori esterni che potrebbero risultare un valido supporto.

     

    Il coordinamento delle risorse

     

    Vale la pena considerare che serve un corretto equilibrio tra quelli che sono i mezzi raccolti e impiegati: si tratta dunque di un passaggio correlato direttamente al precedente. Il che vuol dire che ogni imprenditore non può non considerare alcune variabili quando pensa a fonti di finanziamento, a partire da programmi di investimento aziendali interni, da ponderare con molta attenzione. Ma non solo, in quanto anche fattori esterni potrebbero incidere, su tutti la variabilità dei tassi di interesse. In base a questa serie di elementi, ogni persona che si trovi a gestire una PMI deve creare un corretto equilibrio tra capitale proprio e quello che proviene da finanziamenti esterni. Per quel che riguarda questi, bisogna considerare che esistono quelli a breve periodo, ideali quando si ha bisogno di fondi immediatamente, e quelli a periodo più lungo, utili per progettare acquisti e investimenti di particolare rilevanza.

     

    Monitorare costantemente

     

    Quando si parla di una corretta direzione finanziaria di PMI, è bene monitorare con grande attenzione quella che è la situazione nel corso del tempo. Ecco perché, tutto quello che viene pianificato, va verificato con una certa costanza, così da coordinare nella maniera migliore le azioni da mettere in atto.