Home / Prestiti / Prestiti Personali a Lavoratori Dipendenti e Pensionati

Prestiti Personali a Lavoratori Dipendenti e Pensionati

Prestiti per lavoratori dipendenti

I prestiti personali possono essere suddivisi in base all’utilizzo che ne viene fatto. Basti pensare ad esempio ai prestiti finalizzati ossia a quei finanziamenti che possono essere esclusivamente utilizzati da coloro che intendono acquistare un determinato bene o servizio.

Prestiti Personali a Lavoratori Dipendenti e Pensionati

I prestiti auto, come ci ricorda Missione Prestito,  invece sono quelli che ti permettono esclusivamente di sostenere le spese di acquisto di una nuova autovettura, anche se questa dovesse essere usata o a km zero, per nuova si intende quindi nuova proprietà.

E così esistono anche i prestiti per dipendenti, ossia quei finanziamenti dedicati non solo ai dipendenti pubblici, ma anche a qualsiasi tipo di lavoratore dipendente che possiede un regolare contratto di lavoro.

A tali soggetti viene solitamente concesso il finanziamento tramite la cessione del quinto, ma se il richiedente non ha mai avuto problemi con altri finanziamenti, quindi non risulta essere nè protestato nè cattivo pagatore, riesce ad avere con facilità qualsiasi tipo di finanziamento.

Questo perchè percependo ogni mese una busta paga, ha sempre la garanzia di un reddito stabile e pertanto è ritenuto affidabile dagli istituti di credito.

 

Prestiti con la Cessione del Quinto della Pensione

Quando occorre un prestito, i più fortunati, richieste accettate parlando, risultano essere i lavoratori dipendenti ed i pensionati.

Questo perchè tali soggetti, oltre che a poter usufruire dei classici prestiti personali, possono richiedere ed ottenere con facilità somme anche consistenti tramite la cessione del quinto, dello stipendio o della pensione. Il pensionato infatti può, attraverso il cedolino della sua pensione richiedere ed ottenere un finanziamento con estrema facilità.



Richiedendo del denaro con la cessione del quinto, sarà davvero semplice ottenere un prestito per pensionati. La somma di denaro sarà erogata al richiedente tramite un bonifico bancario o con un assegno circolare. Il rimborso, nel caso della cessione del quinto, avverrà tramite l’addebito diretto sulla propria pensione. Sul cedolino, il pensionato vedrà infatti detratta la quota della rata che doveva pagare. Non si dovrà quindi preoccupare per nessun problema, il pagamento verrà effettuato dal suo ente pensionistico.

Questa situazione permetterà al pensionato di ottenere un prestito anche se la sua posizione creditizia non è positiva. Un cattivo pagatore o un protestato può infatti avere con semplicità un prestito per pensionati se viene utilizzata la formula della cessione del quinto.

 

Prestiti Personali senza busta paga a disoccupati

Quando non si possiede un lavoro è davvero complicato riuscire ad ottenere un finanziamento. In gergo, la forma di credito, in questa occasione, viene chiamata con il termine di prestiti personali senza busta paga. Sul sito Missione Prestito sono presenti diverse guide sull’argomento ma vediamo in ogni caso alcuni accenni su questo tipo particolare di credito.

Si tratta di un tipo di finanziamento che viene rilasciato senza che il richiedente possegga la garanzia per eccellenza, ossia la busta paga.

Questo piccolo documento è infatti considerato dagli istituti di credito molto ma molto importante in quanto dimostra che l’ipotetico cliente possiede una fonte di reddito costante e che quindi dovrebbe riuscire a rimborsare il prestito personale senza problemi.

Come deve comportarsi quindi un soggetto che non possiede un lavoro e necessita di un finanziamento? Iniziamo col dire che i prestiti personali senza busta paga esistono, ma è possibile che alcuni soggetti possano incontrare delle difficoltà.

Questo accade perchè, se la banca chiude un occhio per la mancanza della busta paga, lo fa solo se effettivamente il richiedente possiede delle garanzie alternative a esse.

Ad esempio una garanzia alternativa abbastanza valida potrebbe essere il possesso di un immobile. In tal caso sarà sufficiente presentare all’istituto di credito i documenti che attestino la proprietà della casa e dopo alcuni controlli la banca erogherà quanto richiesto.

Coloro che necessitano del prestito ma sfortunatamente sono privi di busta paga e non possiedono una casa di proprietà devono rivolgersi ad un garante. Utilizzando un garante, ossia un terzo soggetto che possiede le qualità per poter ottenere un prestito, sarà infatti possibile avere accesso al credito.