Home / News / La lettura delle bollette: comprese dal 2% degli italiani

La lettura delle bollette: comprese dal 2% degli italiani



Le bollette del gas e della luce italiane rimangono tra le più care d’Europa, e per molti nostri connazionali al danno economico si aggiunge la beffa di non capirne il perché: da un sondaggio effettuato da Facile.it su un campione di mille persone, è emerso che più della metà degli intervistati scorre sempre con attenzione le bollette prima di saldarle, ma solo l’1,8% capisce pienamente che cosa stia pagando.

Gli italiani sembrano infatti coscienziosi nel controllare le spese: il 53,1% legge nel dettaglio ogni bolletta e il 39,1% lo fa se questa è particolarmente salata; i «fiduciosi» che pagano sempre senza controllare sono invece una netta minoranza, il 7,8%. Purtroppo, però, questa coscienziosità viene frustrata da voci di spesa spesso incomprensibili: il 39,4% dichiara di non capire quanto costi l’energia effettivamente consumata; il 23,5% non sa cosa siano i «servizi di rete e di vendita», ovvero i costi di trasporto e gestione dell’energia elettrica e per il riscaldamento e i costi per mantenere in equilibrio costante il sistema elettrico; il 20,4% non capisce quanto pesino le tasse sul totale della fattura, tasse che sono peraltro la voce più fastidiosa da pagare per il 69,4% del campione.



In effetti − spiega Paolo Rohr, Responsabile Business Unit Energia di Facile.it − «non solo vi è un gran numero di accise da pagare insieme all’erogazione del servizio, ma sono soggetti ad IVA anche imposte ed oneri generali di sistema, con il risultato di una “tassa sulle tasse” davvero difficile da digerire. L’unica soluzione resta confrontare le tariffe degli operatori, per scoprire se esiste il modo di risparmiare cambiando».